Gelato artigianale diventa imprenditore

Mi chiamo Filippo Ruggieri e dal 2005 ho aperto al pigneto la mia bottega del gelato.

Sono un geometra che dopo 20 anni di cantiere si è reinventato artigiano approcciando cosi quello che era solo un sogno in maniera differente da quello che proponeva il mercato.

Partendo dalla ricerca della materia prima e provando ricette del tutto personali.

Un esperienze bellissima che hanno permesso alla gelateria del pigneto di essere una delle migliori in città.

Ora questa emergenza è la crisi economica che si porta dietro mi spinge a riconsiderare le consuetudini e rivoluzionare le scelte di produzione.

In un un’ottica che salvaguardi la qualità della produzione e possa garantire la sua sostenibilità ambientale e economica.

L’idea è quella di usare la struttura produttiva esistente e mantenendo un alta qualità" dove possibile biologica "produrre in un packaging monouso reciclabile un gelato certificato per la consumazione da parte di tutti.

Partendo dai celiaci, chi è intollerante al lattosio ecc…

Una distribuzione del prodotto in vetrine dedicate da posizionare dalle farmacie ai supermercati.

Brevemente la descrizione del progetto

Il laboratorio è di mia proprietà così come i macchinari.

Vorrei trovare delle persone che contribuiscano economicamente e produttivamente a portare avanti questo sogno.

Io ho 57 anni e vorrei insegnare è lasciare la mia esperienza .

Grazie per l’attenzione

Filippo

Ciao io abito al Pigneto trovo sia molto interessante.